UA-60450045-1

Bollo sponsor Cai 2 

 

  25 maggio  

  Pulizia sentieri

  31 maggio  

  Monte Olimpo 

 

Dal 01 Gennaio 2019 il Rifugio Onelio Amprimo di nostra proprietà e sapientemente gestito per ben 22 anni
dal nostro socio e amico Roberto Plano è nuovamente a disposizione di chi volesse intraprendre la sua
gestione. Entro il 25 gennaio 2019 chi fosse interessato può chiamare Osvaldo Vair al n.° 3497599779 per
informazioni in generale e inviare un curriculum con le proprie proposte all'indirizzo mail
caibussoleno@libero.it
Dal 01 Gennaio 2019 il Rifugio Onelio Amprimo di nostra proprietà e sapientemente gestito per ben 22 anni
dal nostro socio e amico Roberto Plano è nuovamente a disposizione di chi volesse intraprendre la sua
gestione. Entro il 25 gennaio 2019 chi fosse interessato può chiamare Osvaldo Vair al n.° 3497599779 per
informazioni in generale e inviare un curriculum con le proprie proposte all'indirizzo mail
caibussoleno@libero.it

  Programma Gite 2019

  Concorso Fotografico

  Intersezionale 2019

 

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
Data : 19/05/2019
20
21
22
23
24
26
27
28
29
30
31
Data : 31/05/2019

        La gita di domenica 19 maggio è ANNULLATA causa tempo brutto

  Iscrizioni Punta Calabre 14-15 luglio entro il 30 maggio per 25 posti al rifugio Benevolo  

Vallone degli invincibili

Categoria
Escursioni
Data
05/05/2019 00:00
File Allegato

5 Maggio 2019

 

VAL PELLICE – RIFUGIO DEGLI INVINCIBILI - FAOUTET

 

L'itinerario proposto ci porta in un angolo della Val Pellice di importanza storica. Il vallone degli Invincibili deve il suo nome al fatto che fu l'ultimo nascondiglio che permise a diversi Valdesi di sfuggire alle persecuzioni dei Savoia nel 1686. E' un vallone impervio e selvaggio dominato in fondo dalla sagoma della Punta Cornour (m. 2869). Chi non volesse arrivare fino al Faoutet potrà fermarsi al Rifugio degli Invincibili, struttura nata dalla ristrutturazione di un'antica baita. Appena sopra il rifugio c'è una parete di roccia su cui vi sono alcune vie attrezzate per l'arrampicata.

 

Accesso stradale: Da Pinerolo si prosegue verso la Val Pellice. Superate Luserna e Torre Pellice si giunge a Villar Pellice, dove il pullman ci lascerà di fronte al Municipio.

Descrizione itinerario: Dalla piazzetta del Municipio di Villar Pellice (m. 670) si va verso destra per imboccare il Viale della Rimembranza che porta in pochi minuti al cimitero, dove termina la strada asfaltata. Si costeggia sulla sinistra le mura del cimitero (pannello segnaletico) per imboccare sulla destra la mulattiera che sale ripida nel bosco di castagni e si affaccia sul vallone di Rouspart. Poi la mulattiera volge a sinistra per raggiungere una stradina sterrata che si percorre per un brevissimo tratto per poi riprendere la mulattiera ai casolari dei Counh (m. 870). Dopo alcune svolte si raggiunge un tornante della stradina asfaltata (m. 945) che si segue e in breve conduce alla borgata Cuccuruc (m. 956) e Coumba (m. 995) dove si trovano anche delle fontane.

Si ignora la mulattiera che, sulla destra, sale alla borgata Pertuzel e si continua sulla strada pianeggiante non più asfaltata che porta alla frazione Boudeina (m. 1005). Dalla fontana del villaggio si svolta a destra sulla stradina asfaltata che sale a Pertuzel che, dopo un centinaio di metri, diventa sterrata. Meno di cento metri dopo il primo tornante si imbocca a sinistra la mulattiera che con percorso a mezza costa leggermente in salita attraversa dapprima un canalone e poi, attraversando un bosco di querce, raggiunge la pista forestale che sale da Maoussa (m. 1128).

Il nostro sentiero invece sale più ripido a destra raggiungendo alcuni edifici abbandonati da cui si ha un bel panorama sull'alta Val Pellice. Si continua a salire per raggiungere le case abbandonate di La Vista (m. 1170), dalle quali si intravede il Rifugio degli Invincibili. Si sale ancora tra arbusti di nocciolo per attraversare la Gran Coumba (m. 1238). Si sale in mezzo a grandi faggi, si ignora il sentiero a sinistra che scende al Bars (m. 1277), che percorreremo al ritorno, per giungere sulla pista che sale dal Bessé (m. 1311). In salita si segue la pista che, dopo due tornanti, porta al Rifugio degli Invincibili (m. 1356 - h. 2 – 2.15 da Villar Pellice).

Per chi avesse ancora voglia di proseguire in un'ora o poco più si può arrivare a uno dei più bei punti panoramici della Val Pellice: Lou Faoutet a m. 1700 ca., seguendo dal rifugio la pista sterrata chiusa al traffico.

Dal Rifugio si sale per la pista che, dopo due tornanti, esce fuori dal bosco di faggi. Dopo un chilometro, giunti ad un bivio, si ignora la strada che scende alla borgata Pertuzel, per continuare a salire sulla pista a sinistra che, dopo altri tornanti, tocca l'alpeggio di Pra la Coumba (m. 1600). Si percorre un lungo tratto pianeggiante per poi salire tra pietre e arbusti di rododendri raggiungendo lo spartiacque Subiasc (il torrente che percorre il vallone degli Invincibili) – Rospart nel punto in cui la cresta si allarga, formando un piccolo pianoro a fianco della strada. Siamo arrivati alla nostra meta (m. 1700 ca.). Volendo essere precisi si tratta dell'anticima della Rocca Faoutet (86 m. più alta) che si può raggiungere per il ripido pendio (h. 1- 1.10 dal Rifugio).

Per quanto riguarda la discesa, per chi è salito al Faoutet, è lungo l'itinerario di salita fino al Rifugio degli Invincibili (h. 0.40). Da qui tutti i partecipanti percorreranno i due tornanti per poi riprendere per un breve tratto il sentiero percorso all'andata fino al bivio in cui si abbandona il sentiero che scende a Villar Pellice per prendere a destra quello che scende al Bars. Giunti in questa località (m. 1200) si percorre interamente la pista sterrata che, in prossimità di Bessè (m. 1020 - h. 0.40 dal Rifugio),diventa asfaltata. In circa 3 Km. si raggiungono le case di Subiasco poste sulla strada che collega Villar Pellice a Bobbio Pellice (m. 740). Si svolta a destra, superando il ponte sul rio Subiasco, in direzione di Bobbio Pellice la cui piazza si raggiunge dopo circa 500 m. (m. 744 – h. 0.50 da Bessè).

Per trovare il pullman, giunti alla piazzetta, si svolta a sinistra; dopo circa 200 m. si trova l'ampio spiazzo destinato al loro parcheggio.

Tempo di percorrenza: Salita fino al Rifugio h. 2.00 -2.10, Dal Rifugio al Faoutet h. 1.00 -1.10.

Discesa: dal Faoutet al Rifugio: h. 0.40; dal Rifugio a Bobbio Pellice h. 1.30.

Dislivello: salita: ca. m. 700 fino al Rifugio più m. 350 per chi sale fino al Faoutet. Discesa: m. 350 dal Faoutet al Rifugio; dal Rifugio a Bobbio Pellice m. 600.

Attrezzatura: scarponcini suola vibram e bastoncini.

Difficoltà: E

Costo gita:      Soci € 12        Non soci € 21                         Giovani € 6

Partenze:         Bussoleno                   Piazza del Mercato     7,00

S.Antonino di Susa    Posta                           7.10

Chiusa S.Michele       Ex bowling                 7.15

Avigliana                    Elisée                          7.25

Rivoli                         Auchan                       7.35

Rifugio: il Rifugio degli Invincibili è un rifugio privato e il 5 maggio è aperto. Chi desiderasse pranzare deve assolutamente segnalarlo al nostro responsabile in sede di prenotazione della gita in quanto, stante le dimensioni della struttura, è obbligatoria la prenotazione. Il costo del pranzo è di € 16,50 escluse le bevande. Per il pranzo al sacco, chi non intende arrivare fino al Faoutet dovrà comunque salire poco sopra il rifugio non essendoci lo spazio necessario attorno ad esso per pranzare.

Responsabili: Osvaldo Segontino (per prenotazioni 3421401220) – Alessandro Martoglio

 
 

Altre date

  • 05/05/2019 00:00

Powered by iCagenda

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.