UA-60450045-1

Eventi

MONTE FAIE’ (1352 m.)

Categoria
Escursioni
Data
14/04/2019 00:00
File Allegato

 

 

14 aprile 2019

MONTE FAIE'

L'itinerario proposto ci porta nel Verbano nel Parco Nazionale della Val Grande, costituito nel 1992 per proteggere la zona selvaggia più estesa delle Alpi e dell'Italia. Fino all'inizio della seconda guerra mondiale nel suo territorio era praticata la pastorizia, di cui sono testimonianza i resti di numerosi alpeggi e la silvicoltura evidenziata dai resti delle teleferiche.

Durante la seconda guerra mondiale il territorio della Val Grande fu occupato da molti partigiani e fece parte della Repubblica partigiana dell'Ossola. I nazifascisti però fecero un violento rastrellamento della zona che causò molte vittime anche tra gli abitanti della zona colpevoli di aver appoggiato la Resistenza. Le baite furono tutte incendiate e, finita la guerra, il territorio fu completamente abbandonato con il bosco che ha colonizzato valli e pendii.

Il Monte Faié si trova nella parte meridionale del Parco. Dalla cima, pur se di altezza modesta (m. 1352) si gode di un panorama esteso che comprende diversi laghi (i sottostanti Lago Maggiore e

di Mergozzo, il Lago d'Orta sulla destra e sullo sfondo a sinistra i Laghi di Monate e Varese), naturalmente le montagne della Valgrande con in evidenza le pareti dolomitiche del Monte Pedum, montagna simbolo del Parco e un bel pezzo di catena alpina con il Monte Rosa e dei 4000 svizzeri

del Vallese sullo sfondo. Il percorso si svolge in un bel bosco dapprima prevalentemente di betulle e poi, una volta arrivati sul crinale, di faggi che colonizzano il versante nord della montagna, lato Val Grande, che danno il nome alla vetta della nostra meta.

Accesso stradale: Dall'autostrada Torino-Milano si devia dopo Greggio sull'autostrada A26 diretta a Gravellona Toce. Si esce all'uscita Stresa-Baveno e ci si dirige verso Verbania. In località Fondo Toce all'ingresso di Verbania si gira a sinistra per San Bernardino Verbano – Parco della Val Grande. Si prosegue sulla provinciale che passa per Bieno. Si gira quindi a sinistra per Rovegno – Santino – Parco Val Grande. A Santino dobbiamo prendere la navetta locale che ci porterà in direzione dell' Alpe Ompio. Dopo circa 7 Km. di salita su strada asfaltata si arriva al parcheggio di Ruspesso (m. 937).

Descrizione itinerario: Dal parcheggio si segue il cartello (segnavia bianco-rosso) Alpe Ompio – Monte Faié. Un tratto sterrato in leggera discesa passando accanto a delle baite ristrutturate diventa una larga mulattiera acciottolata quando comincia la salita tramite la quale dopo circa 15 minuti si raggiunge il Rifugio Fantoli del CAI di Pallanza (m. 1000).

A sinistra del Rifugio si segue il sentiero natura L'uomo-albero (segnavia) verso il Monte Faié, che sale ripido in mezzo a un prato e attraversa quindi un rio svoltando a destra per giungere a un gruppo di baite, dopodiché un traverso in salita in mezzo a un bosco di betulle ci conduce sulla dorsale del Monte Faié a un colletto che si affaccia sulla Val Grande, caratterizzato dalla presenza di una croce (m. 1110 – h. 0.20 dal Rifugio Fantoli). Si svolta decisamente a sinistra tenendosi sulla dorsale in leggera salita con panorama sul Lago Maggiore e sulle montagne della Val Grande. Il bosco diventa un'estesa faggeta. La pendenza successivamente si fa più ripida per giungere con diversi tornanti a un bivio.

Si abbandona il sentiero che sale ripido al Monte Faié (che affronteremo in discesa) e si svolta a destra (segnavia) in direzione dell'Alpe Caseracce, che si raggiunge tramite un sentiero in leggera discesa a mezza costa su ripido pendio (m. 1247 – h. 0.30 dalla Croce). Splendido il panorama sulla selvaggia Val Grande. A sinistra dell'Alpe si segue il sentiero segnalato diretto verso la Colma di Vercio, a cui giunge dopo una rilassante traversata quasi in piano in mezzo a una fitta faggeta (m. 1260 – h. 0.20 dall'Alpe Caseracce). Da qui si svolta a sinistra e salendo si arriva alla radura in cui si trova una baita solitaria. Continuando con dolce salita sulla dorsale si raggiunge la cima del panoramico Monte Faié (m. 1352 – ca. h. 0.30 dalla Colma di Vercio – 2 h. dalla partenza). Per la discesa si scende ripidamente sul lato opposto sempre tenendosi nei pressi della dorsale per raggiungere in breve il bivio per l'Alpe Caseracce a cui si era pervenuti durante la salita. Di qui si segue a ritroso il percorso dell'andata fino al parcheggio di Ruspesso (h. 1 dalla cima al parcheggio)

Dislivello: 450 m.

Durata complessiva: h. 3 – 3.15

Difficoltà: E (escursionistico)

Attrezzatura: scarponcini suola Vibram e bastoncini

Rifugi: Rifugio Fantoli del CAI di Pallanza (telefono 3405783883) – aperto nei fine settimana in questo periodo – cucina basata su prodotti del territorio ossolano.

NUMERO MASSIMO PARTECIPANTI (per motivi logistici): 40

Partenza:        Bussoleno       Piazza del Mercato   ore 6.00

S.Antonino di Susa     Posta              ore 6.10

Chiusa S.Michele        ex bowling     ore 6.20

Avigliana                    Elisée              ore 6.30

Rivoli                          Auchan            ore 6.40

Costo (comprensivo della navetta locale :   Soci   € 27,00               Non soci € 36, 00    Giovani € 13,00

Responsabili gita: Osvaldo Segontino (tel. 3421401220) – Alessandro Martoglio

 
 

Altre date

  • 14/04/2019 00:00

Powered by iCagenda

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.