UA-60450045-1

 ATTENZIONE: il bivacco Orsiera  

 è aperto in modo continuativo    

 dal 15 giugno al 15 settembre      

 Negli altri mesi bisogna ritirare  

 la chiave presso la sede CAI          

 o il Ristorante delle Alpi ai            

 Giordani (Mattie)                            

 lasciando i propri dati.                  

   PROGRAMMA GITE 2022  

   Presentazione rif. Amprimo  

   Film Gestire un rifugio                

    TESSERAMENTO 2022   

    Venerdì 19 e 26 agosto la sede è CHIUSA    

Fourchon26 marzo 2022

Monte Fourchon

Visualizza album fotografico

Questa volta la scelta di un percorso invernale al di fuori della nostra Valle ripaga con soddisfazione i partecipanti alla gita.

Gita impegnativa e con dislivello che convince solo 7 arditi Scialpinisti … Ci si trova alle 7 del mattino a Bussoleno e via!

Raggiungiamo la valle del Gran San Bernardo, il Mont Fourchon è una delle vette di confine nella lunga costiera che dal Grand Golliat arriva sino al Colle del Gran San Bernardo.

Fourchon1Lasciamo le auto (accodate ad una lunga fila di scialpinisti più mattinieri di noi), nel punto in cui la strada non viene più sgombrata dalla neve durante la chiusura invernale, ed iniziamo l'escursione incontrando altri gruppi diretti alle innumerevoli mete offerte dalla zona.

Procediamo sulla strada innevata ed imbocchiamo la pista forestale che in leggera salita costeggia i caseggiati di La Tuette (1778m) e poco oltre passa al di sotto del viadotto del Tunnel del Gran San Bernardo.

Decidiamo di non proseguire sulla strada, ma di scendere leggermente sul fondo del vallone per poi risalire il ripido canale situato al centro della valle. C'è poca neve, ma sufficiente per farci raggiungere rapidamente la spianata di Fonteinte. Abbandoniamo la strada per procedere in direzione nord puntando la caratteristica torre rocciosa conosciuta come Tour des Fous.

Fourchon3Lasciata a sinistra la Tour proseguiamo verso l'Alpe Baou (2369m) per poi arrivare all'ampia conca finale. Qui il paesaggio è meraviglioso, la giornata è splendida anche se piuttosto fredda, dopo una breve pausa continuiamo la salita con un susseguirsi di dossi ed avvallamenti prima di virare verso sinistra per attaccare l'ultimo breve tratto. Lasciamo gli sci poco sotto la vetta (2906m) e raggiungiamo la punta a piedi. Il panorama è mozzafiato, scattiamo le foto ricordo e ci complimentiamo con i compagni.

Scendiamo per la via di salita e troviamo la neve piuttosto divertente. Tanto divertente che almeno nel primo tratto, la discesa la facciamo piuttosto velocemente ... Dopo la spianata di Fontainte, purtroppo i pendii non hanno più l'innevamento sufficiente e decidiamo di percorrere la strada innevata che ci riporta tranquillamente alle auto. Benvenuto a LELE che nonostante fosse alla sua seconda gita dell'anno è andato alla grande e un Grazie! a Franceschina Tolu, istruttore regionale, per il supporto nell’organizzazione e per aver offerto a tutti la birra all’arrivo!!!

Sissi Ainardi

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.