UA-60450045-1

Bollo sponsor Cai 2 

 

  5 maggio  

  Vallone degli Invincibili

 

Dal 01 Gennaio 2019 il Rifugio Onelio Amprimo di nostra proprietà e sapientemente gestito per ben 22 anni
dal nostro socio e amico Roberto Plano è nuovamente a disposizione di chi volesse intraprendre la sua
gestione. Entro il 25 gennaio 2019 chi fosse interessato può chiamare Osvaldo Vair al n.° 3497599779 per
informazioni in generale e inviare un curriculum con le proprie proposte all'indirizzo mail
caibussoleno@libero.it
Dal 01 Gennaio 2019 il Rifugio Onelio Amprimo di nostra proprietà e sapientemente gestito per ben 22 anni
dal nostro socio e amico Roberto Plano è nuovamente a disposizione di chi volesse intraprendre la sua
gestione. Entro il 25 gennaio 2019 chi fosse interessato può chiamare Osvaldo Vair al n.° 3497599779 per
informazioni in generale e inviare un curriculum con le proprie proposte all'indirizzo mail
caibussoleno@libero.it

  Programma Gite 2019

  Passaggi Frejus sconto 50%

  Convenzione Escape

 

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
8
9
11
12
13
15
16
17
Data : 17/04/2019
18
19
20
21
22
23
24
25
Data : 25/04/2019
26
Data : 26/04/2019
27
Data : 27/04/2019
28
Data : 28/04/2019
29
30

Ormea31 marzo 2019

Balconata di Ormea

Visualizza album fotografico

Visualizza 2 album fotografico

Visualizza 3 album fotografico

E’ assolutamente vero che siamo tutti ansiosi di vedere scendere un pochino di pioggia, in quest’inverno cosi’ avaro di precipitazioni, ma l’idea che questo avvenga la domenica scelta per una bella gita ti fa scongiurare che questo non avvenga. E domenica 31 Marzo il sole l’ha fatta da padrone per tutta la giornata passata sulle alture di Ormea, percorrendo un bel tratto di circa dodici chilometri della Balconata. Ben quaranta chilometri di percorso totale gestito dal CAI di Ormea che congiungono tutte le borgate che un tempo densamente abitate, facevano da corona a questa valle, a due passi dal Mar Ligure.

Partiti da Bussoleno in orario teutonico raggiungiamo la piazza di Ormea, dove ci dividiamo in due bar, che preventivamente erano stati allertati dell’orda imminente, che si sarebbe riversata intorno ai banconi a sbocconcellare brioche e torte di svariate composizione. In questa terra di castagni a farla da padrone le torte e i dolci preparati con la farina di questi frutti che hanno contribuito per secoli a sostenere l’economia del luogo. Dopo la colazione, con un lungo serpentone, ci inerpichiamo per il sentiero che conduce alla bella borgata di Airola. La siccità degli ultimi mesi si concretizza nell’assenza di acqua in tutte le fontane che incrociamo.

Dopo Airola il sentiero non presenta più pendenze accentuate e attraverso le borgate di Costa Secca, Gialatti Langa, Frioli, Perondo Sottano si arriva a Valdarmella, la più popolosa, posta in fondo al vallone. Con un bel sole a baciarci ci sistemiamo davanti ad una bella abitazione con generosa (finalmente) fontana e pranziamo. Qualcuno prosegue per non avere poi la salita che conduce alla Colla di Chionea, subito appresso al pranzo. Circa centocinquanta metri di dislivello ci conducono a questo punto abbastanza panoramico.

La discesa a Chionea ci fa scoprire un bel gruppo di case ordinato e ancora abbastanza abitato. Affreschi e soprattutto la numerazione civica con aneddoti e proverbi scritti in una lingua incompresibile sono un aspetto decisamente affascinante. La lingua è un misto di piemontese, ligure e antichi dialetti saraceni: abbiamo tentato più volte le traduzioni, ma tranne pochissime eccezioni , senza la presenza di un indigeno non ne vieni a capo. Ai piedi della frazione c’è una locanda-rifugio e qui ritroviamo i fuggiaschi dell’ora di pranzo che hanno assaporata l’ottima cucina locale onnipresentemente intrisa di ricette con castagne.

Scendendo da Chionea incrociamo alcuni essicatoi per castagne ancora in uso, segno che forse, con qualche difficoltà qualcuno ha intenzione di non cedere il passo alla distruzione di questi territori, dall’incuria dell’uomo moderno si , ma povero ed orfano di conoscenze millenarie. Arrivederci a domenica 07 Aprile con la ciclabile di Sanremo.

Osvaldo Vair

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.