UA-60450045-1

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.

Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
4
5
6
7
8
9
11
12
13
14
15
16
18
19
20
21
22
23
25
26
27
28
30

FotoManag orig 20170326 205626 marzo 2017

Pala Rusà da

Pian Benot (Usseglio)

Se avessimo dovuto decidere con qualche ora di ritardo circa la fattibilità della gita di domenica 26 Marzo a Pala Rusà sopra Usseglio molto probabilmente avremmo deciso di annullarla.Tra venerdi sera e domenica mattina veri e propi nubifragi hanno interessato tutto il Nord-Ovest del Piemonte.Rusa2

Per metterci ulteriormente lo zampino l'immancabile appuntamento con il cambio all'ora legale che sottrae un'ora di sonno.La gita organizzata con il CAI di Rivoli e su suggerimento di Piero Pecchio a Bussoleno nonostante si sia fatta la pubblicità sul sito ed in sede, perchè al di fuori del programmino stampato che l'avrebbe voluta il 05 Marzo, e allora non si era potuta svolgere per il forte rischio valanghe, a questa tornata non miete consensi.Partiamo in otto contro i tredici di Rivoli.Neanche a dirlo partiamo sotto una fastidiosa pioggerellina che ci accompagna sino ad Usseglio dove ci fermiamo per il caffè.E' un bel locale l'Hotel Furnasa e ha una bella sala da pranzo e una cucina da cui provengono accattivanti profumi di buon cibo.Visto il maltempo tanti vorrebbero quasi quasi tornare qui intorno all'ora di pranzo a gustare i manicaretti, ma spingiamo per farli uscire tutti a riprendere il pullman e raggiungere Pian Benot punto di partenza per scialpinisti e ciaspolisti.

Ci si cambia sempre sotto l'acquaruggiola e si parte.Dopo poche centinaia di metri la pioggia si trasforma in neve e torna il buonumore.Nelle ultime ore è caduto un buon metro di manto nevoso molto pesante e la salita per i battitori è abbastanza faticosa anche perchè la traccia fatta dal Soccorso Alpino la mattina precedente è completamente scomparsa.Noi seguiamo l'impianto di risalita e pericoli oggettivi non ve ne sono, ma alle nostre spalle fragorose valanghe fanno drizzare le orecchie.

RusaRaggiungiamo il plateau di Pala Rusà in circa due ore e mezza e con poche defezioni.Non ci ferma: solo una foto veloce ai presenti e giù abbastanza velocemente perchè l'aria si fa sentire.Mina e Andrea scendono con il loro monosci trasformato in slittino, ma sono quelli che nell'ultimo tratto in discesa accusano più difficoltà perchè la neve alle 13.30 è completamente marcia.Ci ristoriamo e dopo un buon caffè decidiamo di fare una sosta con visita al Museo Etnografico di Usseglio.Niente da fare.Avendo fatto un esploit e non avendo prenotata la visita, la madamin che cura l'apertura non c'è.Passeggiata intorno al bel complesso abbaziale anch'esso chiaramente blindato e giù verso casa.Abbiamo trascorso comunque una bella giornata e con l'occasione ringrazio ancora Piero per l'aiuto e speriamo di trovarci presto ancora tutti insieme per altre esperienze.Arrivederci al Monte Cristetto il 09 Aprile prossimo.

Osvaldo Vair